Accidentally Stumbling on Exposed Roots

a cura di Carlo Sala

La mostra Accidentally Stumbling on Exposed Roots presenta i lavori di Tania Brassesco (Venezia, 1986) e Lazlo Passi Norberto (Verona, 1984) un duo di artisti visivi nato nel 2008. Le loro opere sono una fusione tra fotografia, video, performance e installazione, che trovano nel media fotografico lo strumento conclusivo ideale per il loro processo creativo. Schizzi e idee si tramutano in set dal vivo, costumi e oggetti di scena, accompagnati da un attento studio della luce e sperimentazione attraverso linguaggi visivi e audiovisivi, usando spesso loro stessi anche come principali interpreti dei propri lavori. La ricerca di Tania & Lazlo si interessa di identità, di inconscio e di sogno, di sviluppo e comprensione della memoria e dell’immagine.
Amano esplorare quel confine che concerne la realtà e la finzione, usando il media fotografico in modo alterato per modificarne la caratteristica intrinseca di rappresentazione della realtà, creando un’impalpabile realtà, sviluppando un paradosso nella percezione dell’immagine stessa.
In mostra una selezione di opere di grande formato rappresentative della serie Behind the Visible realizzata tra Italia e Stati Uniti a partire dal 2014 e sviluppata negli anni. Questi lavori cercano un contatto con il lato irrisolto del nostro vissuto, le memorie, visioni, pulsioni che si sedimentano negli angoli bui del nostro subconscio e che riemergono attraverso letture stratificate e sotto diverse sembianze che appaiono riconoscibili e allo stesso tempo disorientanti. Creano una tensione tra la volontà di riconnettersi con se stessi e allo stesso tempo di abbandonarsi a desideri mai sviscerati, ci accompagnano in scene di momenti inquieti di delicata suspance dove elementi naturali e simbolici vanno ad espandere l’interiorità del soggetto rappresentato.
Un equilibrio precario tra familiarità ed elemento di sorpresa, immaginari dall’ambiguità temporale e formale che insinuano il dubbio all’interno dell’esperienza congnitiva dell’osservatore, bisbigliando parole familiari in una lingua sconosciuta.
Nella mostra vengono anche presentate 9 opere inedite della serie Accidentally Stumbling on Exposed Roots, lavori che hanno portato a delineare l’essenza della serie Behind the Visible. Un consapevole viaggio crudo e incasinato tra incontri, visioni, inciampi, desideri e allucinazioni. Una selezione di suggestioni visive raccolte in fase di ricerca, scavando tra tematiche e linguaggi estetici, vicine al nostro lato più selvaggio, accogliendo l’imprevisto.


Le opere di Tania & Lazlo sono state esposte in gallerie, fondazioni e Musei in Europa, Stati Uniti e Asia, tra cui al Palazzo delle Esposizioni a Roma, al Museo MART di Rovereto, a La Maison Rouge Fondation Antoine de Galbert a Parigi, al Muscarelle Museum of Art negli Stati Uniti.
Le loro opere fanno parte di diverse collezioni pubbliche internazionali tra cui quella del Herbert F. Johnson Museum of Art, del Muscarelle Museum of Art, del Bellarmine Museum of Art, della Fondazione VAF, dell’HBC Global Art Collection a New York City.
Dal 2013 iniziano un intenso rapporto con gli Stati Uniti e dal 2016 si trasferiscono a New York per diversi anni. Attualmente vivono e lavorano tra Venezia, Padova e New York.

Info
Venerdì, sabato e domenica
dalle 10.00 alle 19.00
dove

Centro Culturale Altinate San Gaetano

Via Altinate, 71

it_ITItalian
Copy link
Powered by Social Snap